Favole e Teatro

 

Letture per le scuole dell’Infanzia, Elementari e Medie

a cura di BUBAMARA Teatro

”Quei cari diavoletti, che poi mi si sedevano attorno impazienti, che diventavano muti e tutti occhi ed orecchi appena incominciavo: C’era una volta…, mi davano una gran soggezione”

Le parole che Capuana scrive nel 1882 ci riportano alla mente oleografiche pitture che testimoniano abitudini ormai perdute. L’ascolto non è un’azione passiva, ma un’importantissima premessa alla lettura autonoma, ed è per questo che la psicologia sollecita interventi: ”…i prerequisiti del leggere creativo (devono) essere oggetto di precoci stimolazioni…”

E ciò all’adulto richiede estrema attenzione e tanta energia.

Ma se tutto questo avviene in un bosco, anfiteatro naturale dello spettacolo della natura, già di per sé è un atto importante: per quanto il silenzio o i rumori delle piante e degli animali possono amplificare l’impatto emotivo delle parole, delle immagini e dei sogni degli uomini, dei ragazzi, dei bambini.

Obiettivi

Gli obiettivi sono:

  • promuovere il piacere di leggere e ascoltare;
  • attivare il processo di scoperta del libro come fonte di divertimento e di riflessione;
  • stimolare la capacità di comprensione letterale e referenziale del testo;
  • favorire la lettura critica e creativa.Per garantire la buona riuscita dell’operazione è importante ricordarsi di:
  • non leggere prima le storie;
  • lo spirito che guida gli interventi è quello di suscitare negli ascoltatori la risposta emozionale alla storia letta;
  • invitare i genitori agli incontri di lettura.

Destinatari

I destinatari delle letture sono i bambini delle scuole dell’Infanzia, Elementari e Media. Ogni lettura verrà presentata fino a due classi alla volta.